La fase conclusa di ascolto

Il percorso partecipato è iniziato a settembre 2017 con una prima fase di ascolto.

I cittadini, hanno potuto inviare proposte, opinioni e progetti in una sezione dedicata del Portale ed esprimere preferenze e commenti sulle proposte pubblicate come attinenti il PUMS (link alla sezione “Proposte dei cittadini”).
A tutte le proposte pervenute è stata assicurata risposta, comprese quelle non inerenti il PUMS (proposte non pubblicate) le quali sono state comunque indirizzate ad enti e strutture competenti per le opportune valutazioni e i possibili interventi.
Le proposte inerenti il PUMS sono state assegnate valutate dal Comitato Scientifico e la Segreteria Tecnica in termini di effettiva congruenza con il PUMS, di pre-fattibilità tecnica, di onerosità, di valore socio-economico, di gradimento espresso dai cittadini (voti registrati sul Portale) ed infine di opportunità ed urgenza di realizzazione.

 

Conclusa la prima fase, per la condivisione delle decisioni di pianificazione delineate in fase di studio (obiettivi) e la selezione dei progetti da inserire negli scenari di mobilità, è stata attivata una seconda fase di ascolto: un’indagine sulla cittadinanza per testare gradimento e priorità sia degli obiettivi generali che di quelli specifici correlati, per:

  • dare piena attuazione alla volontà dell’Amministrazione Capitolina di rispondere alle esigenze del territorio attraverso una pianificazione partecipata e sostenibile;
  • conoscere le preferenze dei cittadini secondo una scala di gradimento e priorità;
  • aprire alla più ampia partecipazione mediante diversi canali di contatto;
  • ottenere una rappresentatività territoriale (zone PGTU) e demografica dei dati (genere, età, titolo di studio, professione) rispetto alla popolazione romana;
  • verificare e migliorare il livello di conoscenza del PUMS e delle sue finalità presso i cittadini.

Nel mese di luglio 2018 sono state condotte 2 indagini distinte (utilizzando il medesimo questionario):

  • un sondaggio su campione rappresentativo di residenti-domiciliati a Roma con interviste telefoniche (CATI), per avere una lettura dei dati che fosse rappresentativa della popolazione romana (2.000 interviste);
  • la veicolazione del questionario mediante il canale ON-LINE sul Portale del PUMS e sui siti web di Roma Servizi e Roma Capitale, per dare massima diffusione al sondaggio fra coloro che hanno partecipato alla prima fase di ascolto. (Pervenuti 5.415 questionari).

A conclusione della ricerca, è stata costruita una graduatoria di priorità per le aree di pianificazione (macro-obiettivi generali), una per le aree di intervento (obiettivi specifici) e verificate le 3 aree di pianificazione di maggior importanza per i cittadini.