Proposta

di Metro X Roma

21/set/2017

La Roma-Civita Castellana-Viterbo è una ferrovia regionale che assume caratteristiche metropolitane nella tutta urbana. Grazie alla costruzione del nuovo capolinea, che sarà completato nel 2019, sarà possibile inserire sulla linea diversi livelli di servizio in maniera più agevole di oggi, sarà quindi possibile inserire anche un servizio veramente metropolitano, regalando a Roma la “Metro F” senza eccessivi sforzi economici ed ingegneristici. Per ulteriori informazioni consultare il documento allegato.

Commenti

24

Mostra i commenti

Fabrizio Pini

22 dicembre, 2017 H: 11:21

Buona l’idea ma non dovrebbe essere una linea F ma una linea A1 consentendo di raggiungere il nodo di Termini senza cambi. Si guadagnerebbero minuti preziosi e si allevierebbero fatiche agli anziani, riducendo anche il transito dei passeggeri sulla piazzetta.

Paolo Kenington

5 dicembre, 2017 H: 03:20

OTTIMO! Un sogno che diviene realta’!

Paolo Arsena

31 ottobre, 2017 H: 10:40

Mi auguro vivamente che si proceda in fretta.

Cristian Barbieri

27 ottobre, 2017 H: 19:20

Grazie per la proposta. La uso quotidianamente, e un primissimo intervento potrebbe essere l’aggiunta di altre due corse serali (l’ultima attualmente è alle 22.40 e non permette di rimanere fino a tardi in ufficio o a cena fuori in centro). Allineare l’orario alla metro AeB non mi sembra impossibile…

Fabrizio Bartolomucci

26 ottobre, 2017 H: 14:32

La linea dovrebbe congiungersi con la Lido. Non hanno senso due spuntoni come Piramide e Flaminio da cui occorre prendere un altro mezzo per giungere nelle zone centrali.

Omar Cugini

21 ottobre, 2017 H: 11:35

La linea ha già una frequenza di 15 minuti, trasformarla significa affossare i collegamenti extraurbani

Virgilio Crescenzi

23 ottobre, 2017 H: 21:52

Magari fosse come lei dice! È assolutamente necessario trasformarla in metropolitana come le altre concesse! Diamo priorità allo sviluppo dei mezzi su ferro,!

Fabio Menicucci

20 ottobre, 2017 H: 15:25

Sono molto daccordo sulla proposta, ma ritengo necessario decongestionare la stazione di Montebello proseguendo la tratta metropolitana fino alla stazione di Sacrofano (che dovrebbe trovarsi ancora in terriorio di competenza di Roma Capitale). Il parcheggio di scambio della stazione di Montebello è attualmente saturo e spesso i pendolari devono inventarsi i posti auto. Inoltre non è tecnicamente ed economicamente semplice modificare l’attuale parcheggio di scambio per incrementarne la capienza. Per questo sarebbe buono prolungare la linea metropolitana fino alla stazione di Sacrofano dotandola di parcheggio di scambio: molti pendolari lascerebbero lì la vettura alleggerendo la stazione di Montebello e riducendo l’utilizzo della vettura privata.

giuseppe panzera

7 ottobre, 2017 H: 11:19

Ottima idea.
Peccato che non riesco a votarla perché dopo il primo voto ad altra proposta mi dice sempre che ho già votato.
Questo sito è perfettamente in linea con il governo 5 stelle cioè funziona male.

Alessandro Bui

4 ottobre, 2017 H: 19:16

La cura del ferro è necessaria a mio parere per una città come Roma al fine di rendere competitivo il mezzo pubblico rispetto al mezzo privato in termini anche di tempi di percorrenza. E’ un’ottima idea

Carlo Pacenti

3 ottobre, 2017 H: 23:06

Ogni potenziamento delle linee ferroviarie è benvenuto. Però occorre anche garantire accesso alla maggiore capacità offerta da un maggior numero di treni, ossia la possibilità di avere parcheggi di scambio che non siano intasati dopo poche decine di minuti la mattina, in modo da offrire veramente un’alternativa alla mobilità in automobile. Ed ugualmente servizi di trasporto con autobus che abbiano orari e frequenze compatibili con gli orari dei treni.

Gianmarco Cioni

30 settembre, 2017 H: 22:58

Se fattibile, la fermata Valle Giulia andrebbe a servire anche la Facoltà di Architettura.

Fabrizio Bonanni

28 settembre, 2017 H: 14:12

La proposta è votabile dal sottoscritto, anche in rappresentanza dei tanti pendolari che quotidianamente utilizzano quella tratta, SE e SOLO SE si realizza PRIMA una vera riqualificazione della tratta extraurbana, sempre più abbandonata a sè stessa. La Roma-Civita castellana- Viterbo non è di proprietà del Comune di Roma, ma della Regione Lazio. Va quindi garantita pari opportunità di sviluppo di entrambe le “anime” (urbana e extraurbana) della linea.

Lorenzo Fares

28 settembre, 2017 H: 10:19

Per motivi di lavoro prendo questa ferrovia tutti i giorni, ed è una autentica vergogna vederla sempre più fatiscente e trascurata. Treni vecchi, spesso rotti, una ferrovia complessivamente pessima. E’necessario che la ferrovia Roma-Lido si rinnovi, potenzialmente sarebbe una linea della metropolitana strategicamente fondamentale per Roma

Alessandro Soderini

27 settembre, 2017 H: 15:15

Appoggio in pieno la proposta

Simone Albano

26 settembre, 2017 H: 22:04

Concordo con Federico Scaroni, la fermata di Valle Giulia sarebbe ideale.

michele mancini

26 settembre, 2017 H: 12:32

Questa ferrovia collega tutta la parte nord di Roma con il centro, è comodissima ed è utilizzata da tantissime persone. La tratta urbana DEVE essere utilizzata come metropolitana di superfice, la tratta extraurbana va potenziata ed utilizzata come collegamento con la tratta urbana. Roma le linee metro le ha……basta farle funzionare come tali!

Romualdo Cordelli

25 settembre, 2017 H: 00:35

Questo secondo me è uno degli interventi prioritari e allo stesso tempo di sicura fattibilità anche considerando le magre compatibilità del bilancio. Il costo di una nuova linea metropolitana sarebbe infinitamente inferiore alle linee sotterranee. Si libererebbero inoltre dal centro decine di migliaia di auto provenienti ogni giorno dalla zona Cassia-Flaminia.

Paolo Andreolli

24 settembre, 2017 H: 19:04

sarebbe un progetto ove con risorse relativamente limitate si potrebbe servire un’ampia fascia di popolazione con un servizio efficiente sia in termini economici che trasportistici

Alessio Valentino

24 settembre, 2017 H: 12:59

Proposta fantastica, che sarebbe da applicare anche a tutte le linee ferroviare di Roma, facendole diventare linee Metro de facto.

Due pollici bene bene in alto! MetroxRoma sempre sul pezzo con proposte concrete e serie.

Carlo Cacciarelli

24 settembre, 2017 H: 10:46

ottimo

Alessandra Rambaldi

24 settembre, 2017 H: 09:48

Concordo su tutto.
Un appunto solo sul colore dell’eventuale linea. C’è un arcobaleno da esplorare e un secondo verde scuro non sarebbe ideale.

Gianmarco Guglielmo

23 settembre, 2017 H: 13:16

Tutte le ferrovie regionali in città potrebbero diventare metropolitane efficienti ! Ad esempio
M E La Storta-Ostiense(Piramide) (fl3)
M G Aurelia- Termini (Fl5)

Federico Scaroni

23 settembre, 2017 H: 11:37

Sarebbe utile anche aggiungere la stazione Valle Giulia/Don Minzoni per servire la Valle dei Musei con tutti gli uffici e le accademie, oltre a scambiare con i tram 3 e 19.

Lascia un commento

Non sei loggato

Chiudi