Utilizzo sociale e culturale delle stazioni FR3 Ottavia Montemario Gemelli Balduina | Piano Urbano Mobilità Sostenibile Roma.

Proposta

di Domenico Ciardulli

19/ott/2017

Concertare con Rete Ferroviaria Italiana l’utilizzo sociale e culturale dei locali chiusi e in disuso delle stazioni nella tratta (Ottavia, Montemario, Gemelli, Balduina) attraverso eventi, mostre, caffè letterari. Punti di riferimento informativo per turisti, pellegrini e utenti delle ferrovie sui siti archeologici presenti nella zona e sulla mobilità e strutture alberghiere e di accoglienza . Basi normative esistono. Esempio: http://comitatolucchinaeottavia.blogspot.it/2013/07/fondi-europei-per-utilizzare-i-locali.html

Commenti

8

Mostra i commenti

WALTER DEITINGER

23 ottobre, 2017 H: 19:13

I beni comuni alle associazioni di quartiere, subito !

Giovanna D\'Annibale

22 ottobre, 2017 H: 19:45

E’ stata una bellissima esperienza alla Stazione di Ottavia nei due anni concessi al SOSE (Stazione Ottavia Spazio Espositivo)… Sarebbe un vantaggio per tutti se i locali fossero aperti all’uso sociale come suggerito dalla proposta che voto pienamente!

Rossana Venturelli

22 ottobre, 2017 H: 11:05

Ho partecipato a diverse iniziative del SOSE alla stazione di Ottavia tutte molto interessanti ed ho tentato di ripetere l’esperienza chiedendo al XV° municipio l’utilizzo dei locali abbandonati della stazione di La Giustiniana ma tante promesse e nessuna risposta! Questi punti di riferimento per i cittadini sono un importante stimolo alla partecipazione !

Domenico Ciardulli

20 ottobre, 2017 H: 15:05

Si, sono stati 2 anni brillanti di eventi e iniziative culturali che hanno coinvolto associazioni, scuole e artisti del territorio ma, nonostante il successo, la proprietà ha interrotto questa grande opportunità per motivi non noti.

Andrea Colajacomo

20 ottobre, 2017 H: 12:20

Inserirei anche la stazione di Appiano che come le altre è sulla ciclopedonale quindi con molto transito. Inoltre ha uno spazio esterno (lato ciclopedonale) che potrebbe essere utile in molti eventi.

Giorgio Bernardini

20 ottobre, 2017 H: 00:06

Ottima proposta
Sono anni che RFI tiene inutilizzati questi locali chiedendo affitti fuori mercato
Ci vorrebbe un intervento del Comune di Roma per trovare un accordo politico che consentirebbe l!uso sociale di questi locali.

Carlo Pacenti

19 ottobre, 2017 H: 22:53

Ottima idea, che peraltro se ben ricordo in passato alla Stazione Ottavia aveva già avuto luogo!

Giovanna D\'Annibale

19 ottobre, 2017 H: 19:26

E’ stata una bellissima esperienza alla Stazione di Ottavia nei due anni concessi al SOSE (Stazione Ottavia Spazio Espositivo)…
Sarebbe un vantaggio per tutti se i locali fossero aperti all’uso sociale come suggerito dalla proposta che voto pienamente!

Lascia un commento

Non sei loggato

Chiudi